Qualcosa di giallo

Di Nicoletta Bianconi

· Formato: 13×21
· Collana: I pianerottoli
· Prezzo: 15 euro
· Pagine: 128
· ISBN: 9788832057027

Nicoletta Bianconi
Qualcosa di giallo
Vita di un rappresentante di moquette

Scrittura  ·  Affetti familiari ·  amore

Nicoletta sono anni che cerca di scrivere qualcosa di bello, e di cose ne avrebbe, solo che scrivere richiede impegno, come le direbbe sua nonna: «Mettiti lì e scrivi invece di perdere del tempo. Vedi? Se io devo finire questo vestito per domani, io mi metto qui e lo faccio, mi metto qui e basta, a costo di star su tutta notte». E in più, Nicoletta, avrebbe anche una storia già in mente, una specie di giallo, in cui la protagonista, che poi sarebbe anche la vittima, si chiama Luana, ed è l’ex fidanzata di un rappresentante di moquette, Franco, che è anche l’assassino, e fa parte di un gruppo musicale che si chiama i Passatelli. Solo che quando Nicoletta racconta questa storia a Nicola, il suo fidanzato, lui le dice che i personaggi non funzionano, che Luana prima sembra una stronza poi ha tutti pensieri poetici, e così non può andare. E allora il romanzo di Nicoletta si blocca, ma anche il rapporto con Nicola sembra vacillare, e comincia un periodo in cui loro si sentono un po’ distanti. O magari no, non sono distanti, ma si fanno del male, che è un modo, forse, per stare vicini.

Nicoletta Bianconi

Nicoletta Bianconi è nata a Bologna nel 1973 e vive a Bologna. Questo è il suo primo romanzo.

Recensioni

Librosonar, la recensione di Giorgia Sallusti

“Qualcosa di giallo. Vita di un rappresentante di moquette di Nicoletta Bianconi (Sempremai, 128 pagine, 2019) è, come una collana, un susseguirsi di perline colorate che legate insieme una dopo l’altra, con cura e attenzione, formano un gioiello unico; se, come dice Roland Barthes, il colore è un godimento come una palpebra che si chiude, uno svanire leggero, allora ecco che Nicoletta Bianconi infila perline opalescenti con lo stesso metodo con cui la nonna, interlocutrice del romanzo, nel libro mette i punti sulla stoffa mentre cuce.” Continua su http://radiosonar.net/librosonar-le-recensioni-oneste-qualcosa-di-giallo/?fbclid=IwAR0Lxf49RuLcukpI8on4pPLAs3CNRgxFzaEWphhgf1FFB74ggL8iMYFpSOg