Qualcosa

Diretto da Paolo Nori

· Formato: 13×21
· Collana: Qualcosa
· Prezzo: 12 euro
· Pagine: 152
· ISBN: 9788832057003

 

 

 

 

Diretto da Paolo Nori
Qualcosa n. 3

Letteratura  ·  Sapodisti  ·  Libro-magazine

«La letteratura (mi spingo a dire, l’arte) sapodista si deve intuire che ha delle grandi potenzialità, che però uno delle volte le deve costringere in dei tempi contro natura, come per esempio scrivere un romanzo dieci minuti al giorno dalle otto meno cinque alle otto e cinque tutte le mattine in ufficio prima di cominciare a lavorare: come vuoi che venga un romanzo, viene per forza un romanzo sapodista».

Qualcosa n. 3 è il frutto del lavoro di una cinquantina di persone che, dal 2015 al 2018, si sono incontrate, a Bologna, per provare a fare un libro insieme. All’inizio avevano pensato di intitolarlo Niente perché gli piaceva poter rispondere, a chi chiedeva: «Dove state andando?», «A far Niente». Poi, fare Niente si è rivelato un compito al di sopra delle loro forze e si sono trovati, qualche mese dopo, a immaginare un altro libro, che adesso, è incredibile, sta per uscire, si chiama Qualcosa.

Qualcosa n. 3 è un book-magazine che raccoglie i racconti, le digressioni e i calembour di 21 autori, alcuni più noti, come Daniele Benati, Andrea Moro, il cantautore Dente, il politico e critico musicale Luigi Manconi, e altri meno noti, ma che ugualmente si riconoscono nella scuola dei sapodisti (parola emiliana che significa «se potessi»), la scuola di quegli artisti, scrittori e poeti che, se potessero, se avessero tempo, energie e talento, farebbero delle cose bellissime, ma, purtroppo, non possono.

Il libro è acquistabile in tutte le librerie
oppure lo puoi acquistare online qui:

Paolo Nori

Paolo Nori è nato a Parma e vive a Casalecchio di Reno e scrive dei libri. Tra gli ultimi libri che ha scritto ci sono Undici treni (Marcos y Marcos 2017), Le parole senza le cose (Laterza 2016), Manuale pratico di giornalismo disinformato (Marcos y Marcos 2015). Ha tradotto e curato, per Feltrinelli, Le anime morte di Gogol, Le umili prose di Puskin, Un eroe dei nostri tempi di Lermontov, Padri e figli di Turgenev, e poi, per Marcos y Marcos, Le memorie di un giovane medico di Bulgakov e Disastri di Charms, e per Quodlibet Mosca-Petuskì. Poema ferroviario, di Erofeev, e altri libri ancora. Ha curato i Repertori dei matti di un sacco di città. Per Sempremai dirige la collana I pianerottoli


Il volume verrà presentato in anteprima, al Festivaletteratura di Mantova e, a seguire, a Bologna, Parma, Milano, alla fiera Più libri più liberi a Roma.